Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Video della settimana

Canali consigliati da Tuttilink

Iscriviti anche tu

 

11 aprile 2013 4 11 /04 /aprile /2013 14:23

Il limone. Conosciuto come frutto del sole, questo meraviglioso agrume ha in serbo per noi esseri umani sorprese che nemmeno immaginiamo. Dopo aver letto questa guida, vedrete il limone con occhi diversi, ve lo garantisco.

 

limoni.jpeg

 

Tutti accomunano il limone come un qualcosa la cui utilità sia esclusivamente adatta al campo culinario, ma non è così. Certo, si utilizza senza dubbio in cucina, ma questo agrume dai lucenti riflessi solari nasconde doti fuori dal comune. Scopriamole insieme...

 

Iniziamo proprio dalla cucina, il limone:

  • si utilizza per evitare di far annerire frutti delicati come mela, pera e banana; si utilizza per schiarire i carciofi e renderli morbidi prima di essere cotti (immergendoli in acqua, sale e limone); e sempre con acqua e sale conserva e sbianca seppie, gamberetti e polipi bolliti (ovviamente tenuti in frigorifero, prima di essere conditi con olio prezzemolo e... limone);
  • si utilizza per non far attaccare il riso durante la cottura; si utilizza per sbiancare il riso;
  • si utilizza per non far spaccare il guscio delle uova durante la bollitura (strofinandole con mezzo limone);
  • si utilizza per la preparazione di marmellate e confetture (il limone aiuta ad addensare il tutto, oltre che a migliorare il sapore); si utlizza per condire macedonie di fragole o frutta fresca; 
  • si utilizza nella preparazione di creme (crema pasticcera, maionese, ecc.); si utilizza per aromatizzare torte e salse; si utilizza nella preparazione di glasse per dolci;
  • si utilizza per sfumare e insaporire secondi piatti di carne, pesce, crostacei, molluschi e pollame;
  • si utilizza per marinare pesce come alici, tonno rosso, salmone, pesce spada;
  • si utilizza per creare rinfrescanti bibite (limonata, te freddo a limone), granite, gelati, cocktail alcolici ed analcolici;
  • si utilizza per decorare pietanze e cocktail;
  • si utilizza per aromatizzare tè e camomilla;

budino-limone-decorato.jpg  marmellata-limoni.jpeg  limoni-ripieni.jpeg

 

Queste sono alcune delle cose che puoi fare in cucina con il limone e il suo succo, ma aggiungiamo anche la buccia:

  • si utilizza per aromatizzare piatti salati e dolci, utilizzandola fresca o essiccata, a strisce o frullata;
  • si utilizza per decorare pietanze, bevande e cocktail;
  • si utilizza per preparare il meraviglioso limoncello (facendo macerare per 30/35 giorni le bucce di limone in alcool e poi diluito con acqua e zucchero);
  • si utilizza per mantenere umido lo zucchero di canna ed evitare quelle fastidiose pietrificazioni (utilizzate solo la scorza, niente succo o polpa);
  • si utilizza per aromatizzare zucchero e pepe, facendola essiccare e riducendola in polvere;

americano cocktail  limonata.jpeg  limone-buccia.jpeg

 

Come detto prima il limone non ha solo un uso specifico in cucina, ma può essere utilizzato in svariati campi.

Se si dice che la salute viene prima di tutto, allora è bene vedere per prima cosa perché utilizzare il limone per salvaguardare la nostra salute:

  • è una fonte di vitamina C e contiene vitamine del gruppo B e vitamina A e P;
  • attiva e rinforza le difese immunitarie;
  • ha proprietà depurative, disintossicanti e antiossidanti per il nostro organismo;
  • rimineralizza e aiuta a combattere le anemie;
  • ha proprietà antivirali, antibatteriche e detergenti;
  • la vitamina C contenuta, assimilata insieme alle altre sostanze del limone, cura lo scorbuto (a differenza della vitamina C prodotta in laboratorio);
  • è ricco di acido citrico, che favorisce la produzione e lo scambio energetico delle cellule;
  • contiene saccarosio, fruttosio e glucosio, zuccheri i quali vengono facilmente assimilati e utilizzati dal nostro organismo;
  • contiene importanti sali minerali come calcio, fosforo, magnese, ferro e rame;
  • regolarizza l'intestino;
  • aiuta a combattere la cellulite;
  • contrasta nausea e diarrea;
  • apporta benefici al fegato e al pancreas;
  • contiene limonene, che combatte la formazione di calcoli alla cistifellea e da ultimi studi fatti è stato scoperto che è anche un antitumorale preventivo per pancreas, stomaco e intestino;
  • aiuta a prevenire l'arteriosclerosi;
  • aiuta a ridurre il colesterolo cattivo nel sangue (LDL) e aumenta il colesterolo buono (HDL);
  • riduce i livelli di omocisteina;
  • aiuta a prevenire calcoli ai reni;
  • è un ottimo antiacido (a differenza di come si possa credere) diluendo il succo in acqua tiepida (chi soffre di ulcera potrebbe riscontrare bruciori o spiacevoli inconvenienti, quindi rivolgetevi chiedendo informazioni al vostro medico curante);
  • combatte gotta, reumatismi e artriti, grazie agli oligoelementi contenuti in esso;
  • facilita la digestione dei grassi;
  • aiuta a combattere mal di gola e raffreddore;
  • è un anti-depressivo e anti-stress;
  • aiuta a combattere l'ipertensione (grazie al potassio);
  • aiuta a combattere colera, tifo e malaria (ovviamente non può essere utilizzato come un qualcosa di alternativo. Bisogna sempre rivolgersi al personale medico);
  • aiuta a curare i disturbi respiratori;
  • può aiutare a perdere peso (seguendo sempre una dieta sana e attività fisica);
  • riequilibra il Ph del nostro organismo (leggi anche Curare il cancro con il bicarbonato di sodio );
  • aiuta ad eliminare i parassiti intestinali;
  • rafforza i vasi sanguigni;
  • aiuta a combattere il diabete;
  • aiutano la vista;
  • aiuta a prevenire cistiti.

Potete ancora:

  • utilizzare il limone come antiinfiammatorio per le gengive;
  • utilizzare il limone come collirio naturale per gli occhi (8 gocce di succo di limone o olio essenziale in 50 ml di acqua distillata. Imbevete una garza sterile e applicate delicatamente sugli occhi):
  • utilizzare il limone come disinfettante e coagulante in caso di tagli o abrasioni (è vero, brucia, ma è un toccasana);
  • utilizzare il limone per sbiancare i denti (spazzolando 2 volte al mese con un po' di succo di limone) ;
  • utilizzare il limone come colluttorio (diluito con acqua) per cobattere l'alitosi;
  • utilizzare il limone per purificare la pelle da brufoli (applicando su di essi un batuffolo di ovatta con un po di succo di limone);
  • in caso di puntura di insetto, utilizzare un po' di limone strofinando per qualche decina di secondi sulla parte interessata;
  • utilizzare qualche goccia di limone in un caffè amaro per alleviare il mal di testa;

Che altro aggiungere ad un lista che senza entrare nello specifico è a dir poco incredibile? Il limone è un agrume da definire divino, il vero nettare della vita è alla portata di tutti noi comuni mortali. E si sà, un organismo sano aiuta ad equilibrare la nostra vita.

Ma non finisce qui, perché il limone ha posto anche per altri utilizzi nella quotidianetà di ogniuno di noi. Vediamoli insieme...

 

capelli ragazza  imagesCAWARLQT  old fashion  pulire massaggio capelli

 

Per la bellezza del corpo:

  • fate risplendere di vita i vostri capelli, utilizzate acqua e succo di limone nell'ultimo risciacquo (uno, due limoni in abbondante acqua);
  • per una pelle del viso pulita e tonica e per contrastare i vari inestetismi (efelidi, macchie, punti neri), imbevete un batuffolo di cotone con succo di limone, tamponate delicatamente, lasciate asciugare e dopo un tempo che varia dai 15 ai 30 minuti, sciacquate;
  • per unghie fragili umiditele con alcune gocce di limone;
  • create una maschera per il peeling con succo di limone e farina di mais e applicatela lasciandola agire per 20 minuti;
  • frizionate, dopo un pediluvio, i piedi con succo di limone e poi sciacquate. Potete anche curari i duroni tamponandoli con succo di limone;
  • per idratare pelle e mani unisci il succo di un limone con due cucchiai di olio di oliva o mandorle;
  • per eliminare odori persistenti dalle mani o macchie derivate da verdure (come melanzane o carciofi);

Per la casa:

  • utilizzate il succo di limone (se occorre diluite con acuqa) per pulire, sgrassare e disinfettare bene: piatti, posate, pentolame, superfici in acciaio, superfici in marmo, pavimenti, taglieri, superfici in alluminio, incrostazioni di calcare, forno a microonde o il normale forno a gas o elettrico (portare ad ebollizione una tazza di acqua e succo di limone e lasciare evaporre per una decina di minuti poi asciugate), bruciatori (lasciateli in ammollo in acqua calda e succo di limone), porcellana (immergete in acqua calda, succo di 2 limoni e qualche cucchiaino di sale), servizi igienici;
  • per pulire e lucidare oggetti in acciaio, rame, ottone, alluminio;
  • per eliminare cattivi odori da frigorifero, lavastoviglie, lavatrice, cassonetti della spazzatura (utilizzando direttamente mezzo limone o i limoni che avete premuto in precedenza); odore di fumo, frittura, facendo bollire acqua e bucce di limone e lasciando evaporare; eliminare l'odore di cavolfiore, aggiungendo durante la bollitura, delle fette di limone nell'acqua;
  • per pulire ancora meglio i vostri vestiti, aggiungendo direttamente in lavatrice mezzo limone ed eliminando i semi (attenzione, non utilizzare per capi delicati);
  • per sturare e eliminare cattivi odori dalle tubature (lasciate agire il succo di limone per qualche ora, magari aggiungendo del bicarbonato);
  • per pulire i mobili utilizzando 2 parti di olio di olive e una parte di succo di limone;
  • per profumare casa, utilizzate le bucce di limone;
  • per bloccare un invasione di insetti, soprattutto formiche (spruzzate del succo di limone sul loro abituale passaggio, andranno via senza alcun dubbio);
  • per rinvigorire le spugne, lasciatele in ammollo in acqua calda e succo di limone per qualche ora;

Se desiderate, potete lasciare un commento o informarmi di qualche altro utilizzo di questo meraviglioso agrume.

 

 

Guarda altre guide utili clicca qui

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
29 ottobre 2012 1 29 /10 /ottobre /2012 12:21

Il Bicarbonato di sodio, così comunemente chiamato, è un sale di sodio estratto dall'acido carbonico.

 

bicarbonato.jpeg

 

Noto a tutti noi per le sue proprietà digestive e come ottimo additivo per pulire a fondo frutta e verdura, non tutti conoscono a pieno gli svariati utilizzi che questo sale può avere.

Ecco quindi una carrellata di consigli su come utilizzare il bicarbonato di sodio.

 

In cucina

Come detto prima questo eccezionale sale può essere utilizzato come un ottimo digestivo, aggiungendo in un bicchiere di acqua il succo di mezzo limone e una punta di bicarbonato (attenzione, non eccedete assolutamente con il dosaggio, il bicarbonato abbassa il pH del sangue e non è molto indicato per persone che hanno disfunzioni renali o soffrono di pressione alta); oppure è ottimo per pulire a fondo frutta e verdura, versando un cucchiaio (circa 25 gr) per ogni litro di acqua. Dopo aver immerso la frutta o la verdura e lasciata a mollo per qualche minuto, bisogna sciacquarla bene sotto acqua corrente (attenzione, il bicabonato non ha un'azione disinfettante). Ma non solo, potete utilizzarlo anche per:

  • favorire la lievitazione di dolci e torte, aggiungendo 5gr nell'impasto oppure scioglierlo nel latte per ogni mezzo chilo di farina. Ricordate però che il bicarbonato non può essere sostituito al normale lievito;
  • eliminare i cattivi odori dal friorifero o dal freezer, mettendo in un recipiente aperto 150gr di bicarbonato nel vano frigo o nel freezer e sostituendolo ogni 3 mesi;
  • deodorare e pulire la lavastoviglie, spargendo una buona manciata sul fondo . Questo fa in modo di eliminare i cattivi odori che possono formarsi tra un lavaggio e l'altro. Per mantenere in efficenza l'elettrodomestico invece aggiungete 150gr di bicarbonato durante la fase di risciacquo a vuoto una volta al mese.

In lavatrice

Il bicarbonato di sodio, aggiunto al normale detersivo liquido, potenzia e aumenta l'efficacia pulente. Versate 25gr  nella vaschetta del detersivo nella fase di prelavaggio e/o lavaggio. E aggiungendo altri 25gr durante la fase di risciacquo è ideale per neutrallizzare sgradevoli odori difficili da eliminare dai capi di abbigliamento (attenzione, non usate il bicarbonato per lavare tessuti delicati come lana o seta).

E' un ottimo anticalcare.


In casa

Per eliminare ogni fonte di cattivo odore potete utilizzare il bicarbonato di sodio. Aggiungete una manciata nel sacco del vostro aspirapoleve, mettete un recipiente aperto con il bicarbonato negli armadi e/o nelle scarpiere. Versate regolarmente una manciata sui rifiuti della pattumiera o, se avete un gatto, formate uno strato di bicarbonato sul fondo della lettiera prima di versare la sabbia.

Potete utilizzare il bicarbonato per pulire, deodorare e ravvivare i colori del vostro tappeto o della vostra moquette. Spargete uniformemente la polverina e lasciate agire per 24 ore. Passate poi l'aspirapolvere o il battitappeto.

 

Igiene personale

Fate sciogliere 150gr di bicarbonato nell'acqua calda del bagno e godetevi un rilassante e emolliente bagno caldo. Oppure sciogliete 50gr in acqua calda se state per fare un pediluvio.

Anche i capelli possono essere lavati con il bicarbonato sciogliendo 5gr al vostro normale shampoo. Fatelo una volta a settimana e i vostri capelli vi ringrazieranno. Ricordate di sciacquare bene prima di applicare il balsamo.

Per una perfetta igiene intima sciogliete 5gr di bicarbonato in acqua calda. Il bicarbonato è un ottimo alleato per curare la sgradevole candida.

 

Questi sono esempi di base su come poter utilizzare il bicarbonato di sodio.

Questo prodotto è davvero "magico" e ultimamente anche la medicina sta affettuando ricerche, addirittura per poter curare il cancro.


Consiglio a tutti di leggere e condividere questo articolo: Curare il cancro con il bicarbonato di sodio


 

Guarda altre guide utili clicca qui

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
8 settembre 2012 6 08 /09 /settembre /2012 01:57

Guadagnare con video e articoli pubblicitari è oggi diventata una realtà.

 

ebuzzing.jpeg

 

Senza alcun dubbio Google adSense è il pilastro portante della pubblicità sul web. Ma, a meno che tu non sia un esperto nel settore e non riesca a fare un buon sito o blog che attiri un gran numero di utenti unici al giorno, difficilmente riuscirai a guadagnare quella cospicua rendita alla quale tutti aspirano.

Certo, i guadagni di adSense sono i più alti sul mercato, ma sono solo calcolati con i clic.

 

Navigando sul web, mi sono imbattuto in una discussione dove si parlava di un sito internet che offriva guadagni tramite la pubblicazione di video e/o articoli sul proprio sito o blog.

La cosa mi ha incuriosito molto e ho approfondito.

 

Il sito si chiama ebuzzing ed è interamente scritto in italiano.

Dopo essermi iscritto e aver superato la selezione (in base ad alcuni requisiti che ebuzzing richiede per blog o siti, requisiti i quali non sono impossibili da raggiungere), ho iniziato a navigare nel sito per capirci qualcosa.

A primo impatto mi sono trovato un po' spaesato, ma dopo un paio di volte che sono entrato nel sito ho compreso la situazione e la sua facilità.

 

ebuzzing-campagne.jpeg

 

Quando il tuo blog o sito viene accettato, entri nella tua pagina amministrazione.

Li si trovano tutte le informazioni di cui hai bisogno: resoconto guadagni, campagne video o articoli, campagne a cui stai partecipando ecc.

Cliccando su Dashboard, si trova il resoconto del guadagno e le rispettive campagne a cui puoi partecipare. Sì perché le campagne pubblicitarie ti vengono offerte in base alla tipologia e a cio che tratti sul tuo sito o blog. Sarai poi tu a decidere a quale campagna aderire. 

Scegli la campagna pubblicitaria, vedi il prezzo offerto (che varia per video o articoli), leggi i requisiti che la stessa campagna richiede, accetta e pubblica il video o il post che avrai scritto sul tuo blog o sito.

 

Prima ho detto che adSense crea guadagni in base ai click ricevuti dalla pubblicità. Ebuzzing fa la stessa cosa, però... anche io ho attivo su un altro blog adSense e ho notato che ho guadagnato di più in 2 giorni con ebuzzing, che con adSense in non ricordo più quanto tempo. I video hanno un diverso impatto rispetto ai banner pubblicitari. Attirano di più l'attenzione e la curiosità di chi naviga in rete e generano molti più click.

 

Quindi a parer mio ebuzzing è un'ottima soluzione per poter guadagnare soldi in modo più facile rispetto ad adSense, ti da libertà di scelta sulle campagne a te offerte da voler pubblicare e offre la possibilità di poter scrivere anche post pubblicitari, i quali pagano anche 10 Euro.


Vai a ebuzzing.it

 

Se avete domande o volete dire la vostra lasciate un commento

 

Guarda altre guide utili clicca qui

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
4 settembre 2012 2 04 /09 /settembre /2012 11:48

Aprire un negozio online gratis non è più una "impresa" impossibile.

 

 vendere.jpeg

 

Creare un negozio online oggi è diventato una operazione facile e divertente. Esistono piattaforme che offrono, in modo totalmente gratuito, lo spazio e gli strumenti per creare e aprire il proprio negozio.

 

neonisi

 

Un sito che offre questo servizio è Neonisi.com.

Neonisi è una piattaforma nuova e molto interessante, la cui missione è quella di creare un "luogo" dove poter vendere e acquistare in modo sicuro. Creato da un team di giovani italiani (e di conseguenza il sito è in italiano), è stato strutturato in modo da facilitare il più possibile le varie opzioni che il sito offre.

Sì, perché con Neonisi non solo è possibile creare un negozio online, vendere e acquistare in sicurezza, ma è possibille anche creare una rete di affiliazioni che permettono un ulteriore guadagno.

Ma andiamo per gradi:

 

Per prima cosa bisogna creare un account iscrivendosi gratuitamente a Neonisi.com.

Inserisci i tuoi dati reali che vengono richiesti. Quando avrai inviato i dati, collegati alla tua email e conferma l'iscrizione tramite il link che ti è stato inviato.

 

Dopo aver creato l'account entra nel tuo pannello di controllo, nella sezione Bacheca. Troverai dei punti che ti serviranno per iniziare. Quindi verifica i tuoi dati, imposta il social network, imposta i metodi di pagamento che preferisci, il tipo e il tempo di spedizione e così via.

Le operazioni da eseguire a primo impatto possono risultare difficili, ma tempo tre minuti ti renderai conto che sono semplificate al massimo e facilissime da usare.

 

Ora crea il tuo negozio online. Vai sulla voce Negozio. Dai un nome al tuo negozio, inserendolo nell'apposito spazio, crea un indirizzo web e scrivi una descrizione di ciò che il tuo negozio tratterà. Salva il tutto e... fatto, il tuo negozio è online e pronto per essere aggiornato con i tuoi oggetti.

E' possibile anche creare delle pagine in base al tipo di prodotto che vendi. Clicca su Negozio, sopra al nome troverai scritto: Visita  Modifica  Pagine, clicca su Pagine per poterle creare. E ovviamente clicca su visita per poter vedere il tuo negozio.

Aggiungi gli oggetti cliccando su bacheca => inserisci oggetto da vendere.

 

vendere-online.jpeg

 

Hai creato il tuo negozio online gratuitamente e sei pronto a vendere i tuoi oggetti e iniziare a guadagnare. Ma non finisce qua. In più avrai la possibilità di crearti una rete di affiliazioni e guadagnare sulle iscrizioni, vendite e acquisti dei tuoi affiliati.

Vai sulla voce Crediti, li troverai il tuo referral dove potrai far iscrivere i tuoi amici o chiunque vorrà a nome tuo e guadagnare con loro.

 

Quindi tirando la somma Neonisi.com è un ottimo sito di ecommerce online, dove puoi vendere, acquistare, aprire un tuo negozio gratis e guadagnare con le affiliazioni.

Meglio di così, non saprei cosa cercare

 

 

Vai al sito Neonisi.com

 

 

 

Guarda altre guide utili clicca qui

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

 

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
26 agosto 2012 7 26 /08 /agosto /2012 14:44

Per una normale pulizia del viso generalmente si usa il latte detergente, che può avere una azione tonica o esfoliante a seconda della tipologia, facilmente acquistabile in farmacia o in un negozio di prodotti per la cura del corpo.

 

 imagesCAWARLQT.jpg

 

Ma è possibile avere un notevole risparmio preparando un latte detergente, che ha proprietà tonificante ed efsfoliante allo stesso tempo, con le proprie mani, utilizzando prodotti facili da reperire (che trovate senza dubbio nella vostra cucina) e naturali al 100%.

   

Preparazione

Versate in una ciotolina due dita di latte (circa 20 ml) e il succo di mezzo limone. Iniziate a mescolare bene, fino a che il composto non prende una consistenza cremosa. Unite poi un cucchiano dei zucchero, incorporatelo e spalmate sul vostro il latte detergente che avete appena preparato.

Quando incorporate lo zucchero, mescolate per pochi secondi, per evitare di farlo sciogliere.

 

images.jpg

 

La vostra pelle sarà più pura, grazie all'azione dei granuli di zucchero e del succo di limone, e più morbida e idratata, grazie al latte.

Provare per credere.

 

Vedi altre guide utili clicca qui

 

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
24 agosto 2012 5 24 /08 /agosto /2012 14:14

Risparmiare con il detergente multiuso si può, basta prepararlo con le proprie mani; e anche se il risparmio non sembra  chissà quanto, è sempre bene ricordare che un Euro risparmiato è un Euro guadagnato. E tanti piccoli risparmi messi inseme a fine mese fanno la differenza.

pulire.jpeg

 

Per preparare un facile ed efficace detergente multiuso occorrono 3 semplicissimi ingredienti:

  • Alcool denaturato
  • Acqua
  • Talco

Versate in una bottiglietta con spruzzino (usate quella del vecchio detergente. Ricordate di sciacquare bene anche lo spruzzino) un bicchiere di alcool (150 ml circa), un bicchiere di acqua (150 ml circa) e un cucchiaino da caffè di Talco.

Agitate sempre prima dell'uso, in quanto il talco tenderà a depositarsi sul fondo, e utilizzatelo per qualsiasi superfice.

Vetri, acciaio, ceramica, pavimenti e quant altro saranno puliti e lucidati con il minimo sforzo. Provare per credere!

 

Ti potrebbe interessare:

 

Vedi altre guide utili clicca qui

 

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
24 agosto 2012 5 24 /08 /agosto /2012 12:28

Pulire la valigia è una operazione facile da eseguire ed è indispensabile per poterla tenere sempre al meglio e poterla sfruttare il più possibile.

 

valigia.jpeg

 

Quando si torna da un viaggio, che sia per lavoro o per vacanza, che sia di breve o lungo periodo, c'è bisogno sempre e comunque di pulire la propria valigia.

La prima cosa da fare è quella di svuotarla da qualsiasi cosa e aspirare accuratamente residui di polvere e altri piccoli materiali da ogni tasca e angolo.

 

 

Pulizia in base al tipo di valigia

 

  • Valigia rigida con rivestimento in spugna e tessuto

Prima di eliminare le eventuali macchie che si sono formate, aspirate con l'aspirapolvere tutte le impurità (polvere, acari, eccetera) che si sono annidate nella spugna.
Dopodiché spolverate la superficie esterna con il bicarbonato di sodio, strofinando con delicatezza con un panno asciutto. Quando avete finito aspirate bene la polverina con l'aspirapolvere.

 

  • Valigia rigida con rivestimento plastificato

Spruzzate la suerficie esterna con un detergente liquido multiuso è strofinate con un panno pelle leggermente umido. Asciugate poi bene con uno strofinaccio.
Nel casoin cui  le macchie siano più difficili da togliere potete utilizzare uno sgrassatore universale. Il procedimento è lo stesso indicato prima, però in questo caso prestate più attenzione: evitate di tenere per troppo tempo lo sgrassatore sul rivestimento, potrebbe danneggiarsi in modo irrimediabile. Quindi una volta spruzzato, passate subito il panno pelle, sciacquate e asciugate bene.

 

  • Borsone da viaggio

Immergetelo semplicemente in acqua fredda e utilizzate un detersivo delicato per lana o seta. Se c'è bisogno strofinate con uno spazzolone da bucato. Sciaquate bene il borsone e fatelo asciugare non alla luce diretta del sole.

 

  • Valigia o borsone in pelle

La pelle si sà, è un materiale molto resistente. Però ha un suo piccolo punto debole: non può essere bagnata. Se le macchie che si sono formate risultano ad occhio facili da eliminare, inumidite (ma proprio pochissimo) un panno pelle e passate sopra le macchie, crecando di non bagnare o il meno possibile la pelle.
In caso di macchie difficili da togliere procuratevi un detergente per pellame (che trovate nei negozi di pelletteria) e seguite bene le istruzioni riportate, oppure potete portarla in una lavanderia di fiducia.

 

 

Ricordate che quando si utilizzano detergenti delicati o aggressivi, è importante fare un prova su di una piccola area non visibile. Eviterete così di rovinare la vostra valigia in modo irrimediabile.

.

 

Vedi altre guide utili clicca qui

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
23 agosto 2012 4 23 /08 /agosto /2012 14:07

Lo Shaker è un attrezzo utilizzato nei bar da Barman professionisti e non e serve a miscelare i vari ingredienti che costituiscono un cocktail.

 

Shaker 1

 

Esso è costituito da 3 parti in acciaio inossidabile, le quali si assemblano tra loro:

  • la base, il quale è il contenitore dove vengono versati gli ingredienti;
  • la cupola, la quale è la parte centrale dove si trova il passino;
  • la cappella o il tappo che chiude lo Shaker.

 

Come si apre uno Shaker in sottovuoto

Durante la fase di miscelazione succede che a volte lo Shaker vada in sottovuoto.

Nonostante tutti gli sforzi che si possano fare, né il tappo, né la cupola vanno via. Niente panico. Il trucco (se così si può definire) sta nella cosa più semplice e ovvia da fare: far far entrare un minimo di aria nello Shaker.

Non utilizzate per nessuna ragione al mondo nessun tipo di attrezzino, lama, posateria e quant altro per far entrare l'aria, rovinerete irrimediabilmente il vostro Shaker.

Dovete dare dei colpetti decisi con la vostra mano nel punto di congiunzione tra la base e la cupola. Se necessario, girate lo Shaker (ovviamente non a testa in giù ) in modo da non colpire sempre lo stesso punto. Questa operazione permetterà di far passare quel tanto d'aria che basta per farlo aprire.

 

 

Ti potrebbe interessare:

 

Vedi altre guide utili clicca qui

 

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
23 agosto 2012 4 23 /08 /agosto /2012 14:05

Fare attività fisica apporta una serie di benefici che aiutano a stare meglio il nostro organismo e la nostra mente.

 

jogging.jpeg

 

Infatti fare un'attività aerobica previene malattie cardiovascolari; rinforza il cuore, i polmoni e i muscoli; facilita il transito intestinale; elimina tossine; migliora il nostro sistema immunitario; psicologicamente ci fa sentire meglio e, dulcis in fundo, ci permette di avere un corpo modellato e tonico.

Per chi ha una tendenza ad essere pigro, la migliore attività fisica che si possa fare è Jogging.

 

Non bisogna essere degli sportivi ben allenati per poter praticare Jogging. Se analizziamo il termine Jogging esso significa praticamente camminare baltando. Infatti questa attività è una nuova alternativa alla passeggiata. I passi devono essere piccoli e leggeri, procedendo a balzi in modo calmo e rilassato. Non bisogna correre, ne affaticarsi più di tanto.

 

Per iniziare a praticare Jogging la prima cosa da fare è quella di procurarsi degli indumenti adeguati e seguire queste 3 semplici ma utili regole:

  • utilizzate degli indumenti molto comodi, non troppo aderenti, che facilitano il movimento e la traspirazione;
  • utilizzate delle scarpe da ginnastica, preferibilmente con la suola bassa;
  • se la temperatura esterna è fredda, copritevi adeguatamente a strati, in modo da non ricevere sbalzi termici.

 

Trovate il percorso più adatto.

 

jogging-1.jpeg

 

Natura, Natura, Natura...il percorso ideale da fare sarebbe quello situato in mezzo alla Natura, lontano dal caos e smog      delle città. Pinete, lungo mare, boschi, campi sono i luoghi migliori per poter praticare Jogging e raggiungere così un equilibrio unico, che solo madre Natura può dare. Ma purtroppo non sempre è possibile avere a poca distanza il luogo ideale, soprattutto nelle città. Ma comunque parchi e ville comunali sono sempre i benvenuti e ovviamente anche piste pedonali fanno al caso per poter fare Jogging.

 

 

Riscaldamento muscolare

Non bisogna mai iniziare un'attività fisica senza prima aver riscaldato i miscoli. Iniziate quindi una passeggiata di alcuni minuti e effettuate poi un po' di stretching, che farete anche dopo aver terminato lo Jogging.

 

stretcing.jpeg

 

Non esagerare

Per iniziare un quindici/venti minuti sono più che sufficienti. Strafare non porterà altro che a farti stancare e a far produrre una maggiore quantità di acido lattico nei muscoli.

 

 

Vedi altre guide utili: clicca qui

 

 

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento
18 agosto 2012 6 18 /08 /agosto /2012 13:09

Da un po' di anni in internet è possibile trovare tantissimi siti che permettono la visione di film, alcuni da scaricare sul vostro pc, altri da poter vedere direttamente su internet, in versione streaming.

 

film-senza-limiti.jpeg

 

L'inconveniente dello streaming però è che se non sei iscritto al sito puoi vedere il film solo per un tot di tempo limitato. Dopo di che il film si blocca e devi attende altro tempo per poter riprendere la visione.

Cercando in rete, in questo ultimo periodo, sta avendo un successo incredibile un sito internet che permette la visione gratuita di film, senza iscrizione, senza dover scaricare nulla e senza limiti di tempo.

Il sito in questione si chiama Film Senza Limiti ed è totalmente in italiano. Una volta che ti sei collegato, puoi effettuare una ricerca attraverso le categorie dei film poste alla sinistra dello schermo oppure inserire nell'apposita barra in alto a destra il titolo del film che vuoi vedere.

Il sito è interessante in quanto, oltre a trovare film usciti da pochissimo al cinema, si trovano anche serie televisive e intere saghe. La cosa un po' fastidiosa sono i pop up pubblicitari che vengono attivati ogni volta che clicchi su qualsiasi cosa. Però tutto sommato non è poi cosi grave.

 

Non credo che il sito in questione sia del tutto legale e sicuramente prima o poi verrà chiuso (così come succede da sempre). Ma non disperate, se ne apriranno altri ancora. Nel frattempo sfruttiamo un po' questa piccola occasione.

 

vai a filmsenzalimiti

 

 

 

Guarda altre guide utili clicca qui

 

Attendi qualche istante per poter visualizzare i plugin sociali.

Se hai trovato utile o interessante questa guida regalaci un mi piace facebbook un g+ o un tweet e condividi con i tuoi amici.

 

Repost 0
Published by tuttilink - in Guide utili
scrivi un commento